in evidenza

Notizie dai Municipi: Istituito l’Osservatorio Municipale sui Rifiuti al VII Municipio

Con deliberazione del Consiglio n. 5 del 14/3/2017 è stato istituito un “Osservatorio Municipale Permanente “Rifiuti” al VII Municipio.
Pur richiamando la deliberazione 129 del 2014 della giunta del Sindaco Ignazio Marino (avvio del percorso “verso rifiuti zero”), che prevedeva tra le tante altre cose anche l’istituzione degli osservatori, l’osservatorio municipale perde un aspetto ESSENZIALE della deliberazione 129, è cioè la possibilità di proporre atti di indirizzo all’assemblea Municipale e all’Assemblea Capitolina.
Logo ParteCivile Municipi
Rimane solo una funzione “consultiva”, di “ascolto” e di studio che ParteCivile reputa assolutamente insufficiente.
Inoltre la nomina dei membri della società civile (associazioni e organizzazioni dei cittadini) viene riservata al Presidente del Municipio su proposta dei membri di diritto, cioè dei membri “istituzionali”.
Le candidature a Presidente dell’Osservatorio le presenta il Presidente del Municipio.
Un bel passo indietro rispetto alla delibera 129 del 2014 della giunta Marino. Si poteva fare molto meglio.
1
0

La volontà espressa dai cittadini deve essere rispettata da tutti i partiti

Marika Cassimatis, M5S, pur avendo vinto le “Comunarie”, non sarà in corsa come candidata sindaco al Comune di Genova

Non perché abbia rinunciato ma perché il leader del M5S ha deciso di annullare il risultato della consultazione, sia pur fatta secondo le regole del Movimento.

E quindi ha fatto ripetere la consultazione ma con un candidato solo. A livello nazionale. In cui la scelta era: vuoi Luca Pirondini candidato sindaco o vuoi che il Movimento non si presenti alle elezioni del sindaco a Genova?

Una domanda con risposta ovvia.

Alla candidata che aveva vinto la precedente consultazione non è stato permesso partecipare. A due giorni dall’espressione della volontà degli iscritti si è cancellato l’esito della consultazione.

Non vogliamo sapere perché. Sappiamo che la volontà espressa dagli iscritti del Movimento 5S è stata annullata.

logo ParteCivile per articolo su rispetto volontà cittadini

ParteCivile esprime la sua solidarietà a Marika Cassimatis: dopo l’annullamento “notarile” della volontà espressa dai cittadini romani perpetrato dai consiglieri PD per cacciare il Sindaco Ignazio Marino, eletto dal popolo, siamo convinti che non si possa più accettare in nessun contesto e da parte di nessuno, che la volontà espressa dai cittadini (o dagli iscritti, come in questo caso) venga calpestata dai vertici di un partito, qualsiasi esso sia.

4
0

ultimi articoli

Notizie dai Municipi: Istituito l’Osservatorio Municipale sui Rifiuti al VII Municipio

Con deliberazione del Consiglio n. 5 del 14/3/2017 è stato istituito un “Osservatorio Municipale Permanente “Rifiuti” al VII Municipio.
Pur richiamando la deliberazione 129 del 2014 della giunta del Sindaco Ignazio Marino (avvio del percorso “verso rifiuti zero”), che prevedeva tra le tante altre cose anche l’istituzione degli osservatori, l’osservatorio municipale perde un aspetto ESSENZIALE della deliberazione 129, è cioè la possibilità di proporre atti di indirizzo all’assemblea Municipale e all’Assemblea Capitolina.
Logo ParteCivile Municipi
Rimane solo una funzione “consultiva”, di “ascolto” e di studio che ParteCivile reputa assolutamente insufficiente.
Inoltre la nomina dei membri della società civile (associazioni e organizzazioni dei cittadini) viene riservata al Presidente del Municipio su proposta dei membri di diritto, cioè dei membri “istituzionali”.
Le candidature a Presidente dell’Osservatorio le presenta il Presidente del Municipio.
Un bel passo indietro rispetto alla delibera 129 del 2014 della giunta Marino. Si poteva fare molto meglio.
1
0

Lezione 4 – la scuola continua… diario di un’allieva

Lezione 4 – la scuola continua…

Ho tardato a parlare di questa lezione perché è terminata prima delle altre.
Il motivo è la comprensione del meccanismo dei voti d’aula.
Restano pubblicati i nomi ed i cognomi dei favorevoli, dei contrari e degli assenti.
Meccanismi di entrate ed uscite al momento del voto.
Meccanismi che andrebbero monitorati per verificare il lavoro di chi abbiamo eletto. Per potergli dire, tu che cosa stai facendo, ti interessa il gettone di presenza o stai li per fare la persona degna del ruolo che io elettore ti ho assegnato?

Il problema che ne è scaturito è la comprensione dei fatti ed il malumore che ne è seguito.

I consigli, comunale, città metropolitana e municipi, sono chiamati ad approvare le delibere che vengono presentate.

Dal numero delle stesse si vede la quantità e la qualità del lavoro svolto da chi amministra in quei luoghi elettivi.

Abbiamo fatto una prova guidata a cercare una delibera approvata, quella sul bilancio, la più importante nel governo di una città.
Per questa delibera, è prassi che sia richiesto e pubblicato il voto ed il parere di ogni municipio.
Molto interessante leggerne il contenuto, che sta lì, pubblicato sul sito del comune, un atto ufficiale .

2 contrari – con motivazioni, ovviamente dai due municipi a guida pd, oggi opposizione.

Tutti favorevoli meno uno – il resto dei municipi romani approva il bilancio del comune, ma chiede maggiori risorse da impiegare in opere sul proprio territorio.

Uno favorevole e basta – è il mio municipio, il IV – non ha bisogno di soldi per il territorio. Sta bene così, perché quello è un atto formale, e non c’è richiesta di maggiori fondi per noi.

Quindi grazie a Roberta della Casa per aver tanta fiducia che con le risorse a lei destinate possa governare bene tutte le priorità di questa terra di nessuno!

 

Logo ParteCivile lezione 4 scuola di formazione

E’ importante conoscerle le cose! Quelle ufficiali, scritte nero su bianco. Ogni atto ufficiale ha una sua ragion d’essere !

Ed io vorrei capire quale sia la ragion d’essere della presidente del mio municipio, unico su tutti, ad esprimere un voto incondizionato.

Quale voto ha espresso e per chi, questa presidente?
Ha votato il movimento che l’ha eletta presidente o ha votato pensando ai cittadini del territorio che amministra?

E’ sempre più difficile comprendere la corrispondenza dei ruoli e la capacità di svolgere quei ruoli con la mission quando si è chiamati a ricoprirli, dopo essersi proposti a farlo .
E dopo aver ricevuto la fiducia di tanti a farlo.

Quindi ora stiamo sulle carte.
Le carte cantano!
Le parole ed i proclami si perdono sul web.

Quello che vale è solo il lavoro che le delibere mostrano!

… To be continued…

m.d.

2
0

Tutti a scuola – Diario di un’allieva – lezione 3

Lezione 3 – città metropolitana – decentramento amministrativo ai municipi

Bel groviglio
La legge non e’ completa

Ci sono competenze e settori di appartenenza secondo un’idea buona, piuttosto in linea con quanto già esiste fuori da casa nostra, arrondissement a Parigi o quartieri a Berlino.
A Berlino c’è il federalismo, il decentramento è reale, anche le tasse restano nel territorio municipale e vengono reimpiegate direttamente, senza passare per lo stato centrale e per la sua re distribuzione . Tanto paghi, tanto resta al territorio, tanto può essere utilizzato.
Le persone impiegate in quella amministrazione territoriale sono 2.500!

La nostra legge risale al governo Letta, poi ripresa da Renzi e porta il nome di Del Rio, 2014. Legge 56.

Il primo problema affrontato nella lezione 3 è relativo all’elezione diretta, che non c’è .

Nell’anno del proprio mandato, il sindaco Marino crea lo Statuto di Roma Capitale , organo di cui deve dotarsi ogni città .
La legge Del Rio supera lo Statuto Marino e stabilisce che il consiglio di CM deve seguire la legge dello stato italiano che non ne prevede ancora l’elezione diretta.

A nov 2016 Valter Tocci presenta una proposta di legge affinché possano essere i cittadini ad eleggere i consiglieri nel consiglio di CM.
La proposta giace e fa la fila.

Le CM sono 10
Restano provincie quelle non comprese nelle suddette 10.
😓

Roma CM amministra oltre 4 milioni di cittadini nel suo intero territorio

L’elezione dell’attuale consiglio di Roma CM è stata votata da 1300 elettori!

A dic 2016 inizia discussione in Regione Lazio per chiarire le regole di operatività e competenza.
Tale discussione ad oggi non ha avuto fine.

La finalità e’ il decentramento amministrativo verso i 15 municipi di RC
I quali , ricevendo direttamente i fondi , amministreranno l’intero loro territorio.
In tale maniera tutto il Potere di governo e di intervento passa dal comune di RC ai 15 municipi .

Ognuna di queste strutture deve avere  come già visto :
Sindaco, o presidente municipio
Consiglio
Conferenza

Il sindaco è di diritto il sindaco del capoluogo della Regione.
Per noi è il sindaco Raggi.

Il conteggio e la distribuzione dei seggi in consiglio ha regole diverse da quelle conosciute per il Comune, pertanto attualmente il sindaco di RC e RCM , raggi, non ha la maggioranza nel consiglio di RomaCM.
La distribuzione dei seggi è la seguente : 9 ai 5s, 8 al pd, il resto fino a 24, alle restanti opposizioni.
Parrebbe non esserci il Premio di maggioranza, come nel Comune.

Il sindaco di Roma CM nomina il vice che è Fabio Pucci, sindaco 5s di Pomezia .
Entrambi devono assolvere il ruolo di sindaco in due comuni e il ruolo In CM.
Raggi ha affidato 3 deleghe incarico a Marcello De Vito, già presidente dell’aula consiliare di RC, per bilancio, scuola..

Tutti gli eletti in CM da statuto lavorano a titolo gratuito, percependo solo gettone di presenza per almeno 1 seduta la settimana, e rimborso spese a piè di lista.
(Attenti agli scontrini..!!)

Ci sono stati numerosi passaggi di deleghe tra Regione e CM.

Tra essi la Regione Lazio ha avocato a sé la delega Scuola diritto allo studio – Cultura – Sociale – protezione Civile – Mobilità .
Alla CM restano: strade/viabilità – edifici scolastici – programmazione ambientale – patrimonio immobiliare
Molto Altro…….Da dire….

Proposta di legge Tocci, oltre elezione diretta a suffragio universale:
– RCM – da 120 Comuni + RM
– RCM – a 120 Comuni + 15 Municipi

La conferenza della CM vede uniti i 121 sindaci del proprio territorio, approva le schede di bilancio e rilascia PARERE per il Consiglio.
Tale parere, quando negativo , deve essere riportato con le motivazioni in ogni atto o delibera.

Troppo lungo e complesso tutto il regolamento che accompagna ogni aspetto. 8 regolamenti diversi da conoscere ed applicare.
Il TUEL e’ cosa molto articolata!

 

Logo ParteCivile  lezione 3 scuola di formazione

Bah!
Rileggendo gli appunti sopra, mi torna in mente uno dei motivi per i quali espressi convintamente un NO al referendum passato, che prevedeva una riforma ad articoli della Costituzione Italiana.
Era l’elezione diretta dei componenti.
Che non c’era per il nuovo Senato proposto.
Che non c’è per la Città Metropolitana.
Dicevano, poi si farà ..!
Poi, è un avverbio di tempo che io non gradisco.
Amo le regole chiare e la certezza che esse devono avere.
Più che mai penso che ad ogni elezione diretta dovremo fare le pulci ad ogni singolo candidato in ogni consiglio nel quale andrà a presentarsi.
Senza effettive capacità e conoscenze , è preferibile non votarli.
Deve finire il tempo delle nomine per cordata. Altrimenti restiamo limbo, restiamo ciò che siamo e che vediamo: grande espressione di potere (e interessi?).
Se sono in confusione loro, figuriamoci noi!

Alla prossima…!!!

… To be continued…

m.d.

3
0

Diario di scuola – seconda lezione – 2 marzo 2017

Siamo alla seconda lezione, argomenti: Comune e Municipio

Consiglio comunale – organo primo – ogni decisione , delibera, passa per la sua approvazione
Giunta – in rapporto al numero abitanti Roma può avere 12 assessorati diversi
Sindaco

Non leggo neanche gli appunti. Solo alcune riflessioni.
Non entro nel dettaglio ma concludo semplicemente così :

Dopo l’entusiasmo della lezione 1, mi sono cadute tutte le false certezze di cui ero posseduta.

Il sindaco nomina ed illustra il suo piano per la città ai diversi assessori.
Essi sono nominati, di prassi, secondo indicazione di partito o movimento, distribuendo le nomine tra correnti dello stesso.
Se il sindaco non ha l’intelligenza di dotarsi di un capo di gabinetto, di un capo segreteria, di un capo ragioneria, di un dirigente capo con “le palle quadrate“, è finito prima ancora di cominciare.
“Palle quadrate” sta a significare attento conoscitore della macchina amministrativa.

I diversi assessori non sono per niente obbligatoriamente tecnici esperti o almeno gente indicata dal partito con competenza nell’area del proprio interesse di pertinenza.

Le eventuali proposte, che l’assessore vorrebbe porre in essere sulla città , passano attraverso il vaglio ed il voto dell’aula.
Se la maggioranza è bulgara, la delibera passa e viene attuata.
La prassi vuole che, comunque , prima del passaggio in aula, ogni assessore la illustri alla sua maggioranza politica ed agli esponenti della minoranza.
Il consenso è terreno da percorrere in via preferenziale, per una modifica nella città .

Abbiamo visto opposizioni unite anche alla propria maggioranza per ostacolare l’indirizzo di una delibera in precedenza non correttamente “concordata”.

Conclusioni :
Chi viene direttamente eletto ad occupare una sedia in consiglio comunale dai cittadini, per il bene della città, quindi un incarico di fiducia, quindi un patto non dichiarato ma esistente, nei fatti non c’è .
Si muovono solo le correnti politiche interne ai partiti nella designazione delle persone nei diversi posti e nell’azione dell’assemblea.
Ciò determina una visione della politica malata alla base, alla sua stessa essenza, al rispetto dei cittadini votanti, al l’etica calpestata che un politico deve avere:
il bene comune,
il rispetto del bene comune, il proprio lavoro al servizio del bene comune.
E non alle logiche interne di un partito, Qualunque esso sia! Non esistono nei fatti distinzioni.

 

Logo ParteCivile seconda lezione scuola di formazione

Una orribile realtà.
La consapevolezza amara che Roma è, si, una città capitale, ma è la città specchio dell’Italia .

Sono affranta.
Abbiamo visto come possano essere sovvertire le regole base della vita democratica di un paese, a favore della partitocrazia o movimentocrazia.

E poi, in questa seconda lezione, vengo a scoprire che la parte più interessante del lavoro di un comune o municipio sono le commissioni :
12 al comune
6 al municipio
Solo lì noi possiamo seguire ed intervenire sui problemi reali a mezzo richiesta di audizione.
Se essa viene accolta.

Siamo entrati nel magico mondo dell’essenza della politica.
Io mi chiedo come siamo arrivati a questo punto qui.

Ogni rapporto, ogni equilibrio in essere è totalmente ribaltato, dove un sindaco è solo un coordinatore, vigile, ma coordinatore d indirizzo e nient’altro .
L’aula ha il vero potere in mano.

Detta così potrebbe essere l’essenza della democrazia.

Nella realtà è solo incubatrice della essenza del partito di maggioranza che ha vinto quella volta le elezioni! Le sue correnti!

… To be continued…

m.d.

1
0

“Non è mai troppo tardi.” A scuola di buona amministrazione. Lezione 1

“Non e’ mai troppo tardi.”
Il Maestro Manzi, attraverso la TV degli anni 60, contribuì ad istruire la popolazione italiana allora ancora in parte analfabeta.

Io ieri sera sono tornata a scuola.

Perché in un momento confuso come l’attuale, dove i messaggi che ci arrivano si rincorrono in un’onda non precisamente informativa, ma largamente utilitaristica per ognuna delle parti in gioco, per i camaleonti della Politica, arriva Parte Civile!

Dunque, Parte Civile ha aperto la sua scuola , rivolta ai cittadini.

Logo ParteCivile

PC va controcorrente, convinta che essere informati sia necessario:
-ad una cittadinanza consapevole e\o attiva,
-ad una classe politica, presente o futura, affinché possa andare oltre il problema contingente, ma possa essere in grado di elaborare una visione costruttiva che vada oltre il problema locale.

Prima lezione- ieri 23 feb.

(Faccio come Renzi , pubblico il capitolo 1 del mio Diario della motocicletta.
Lui dalla silicon valley 
Io dalla tiburtina , fronte strada.)

…. Tre ore di lezione interessantissima…..
… Quasi quasi pensavo… Che noia la riforma Bassanini, mi viene sonno di sicuro!

Ho appreso molto, invece .
E’ stata solo illustrata, con cenni generali che via via saranno approfonditi.

… Ho potuto ricordare che solo dal 1993 noi cittadini abbiamo potuto eleggere il nostro sindaco ed il presidente della provincia;
– Che esiste lo Statuto del comune
– La distinzione tra attività di indirizzo (in capo agli organi politici) ed attività di gestione (in capo a dirigenti dell’amministrazione EE LL)
Perché i due ambiti debbano essere separati e perché e’ stata introdotta una disciplina organica di azione amministrativa , la semplificazione ed il federalismo amministrativo
– Cosa e’ la conferenza dei servizi, e quel benedetto titolo V.

Cenni… ma già utili a riflessioni….
I docenti? Ottimi, con conoscenza decennale. A titolo gratuito.

Dalla prossima lezione si entra nel vivo: organi politici ed amministrativi degli EE LL (città metropolitana, Comune, Municipio)

… To be continued…

2 h previste – 3 h volatilizzate!

m.d.

3
0

Prossimi eventi

Mar
29
mer
8:02 am Intervista a Federica Angeli a R...
Intervista a Federica Angeli a R...
Mar 29@8:02 am–8:15 am
Intervista a Federica Angeli a Radio Impegno
Oggi, 29 marzo 2017, Marco Donati e Guido Marinelli di ParteCivile intervistano Federica Angeli a Radioimpegno. Seguiteci dalle 8:00 in poi su www.radioimpegno.it o su Facebook.     https://www.facebook.com/radioimpegno/app/142371818162/ il Blog di Federica Angeli: https://angelivsdemoni.wordpress.com/[...]
Mar
30
gio
8:00 pm Scuola di formazione politica ma... @ Sede ParteCivile
Scuola di formazione politica ma... @ Sede ParteCivile
Mar 30@8:00 pm–10:15 pm
Scuola di formazione politica marziana @ Sede ParteCivile | Roma | Lazio | Italia
Sede: Roma, Via Vacuna, 27 – Dalle ore 20:00 Programma 30.3.17 Funzioni Municipi (I). I diversi ambiti: commercio, scuola, bilancio, urbanistica, lavori pubblici, cultura… Segue: Esercitazione collettiva Durante lo svolgimento del corso sono previsti almeno[...]
Apr
6
gio
8:00 pm Scuola di formazione politica ma... @ Sede ParteCivile
Scuola di formazione politica ma... @ Sede ParteCivile
Apr 6@8:00 pm–10:15 pm
Scuola di formazione politica marziana @ Sede ParteCivile | Roma | Lazio | Italia
Sede: Roma, Via Vacuna, 27 – Dalle ore 20:00 Programma 6.4.17 Funzioni Municipi (II). (segue) Segue: Esercitazione collettiva Durante lo svolgimento del corso sono previsti almeno 5 seminari di approfondimento su alcuni temi specifici (urbanistica,[...]
Apr
20
gio
8:00 pm Scuola di formazione politica ma... @ Sede ParteCivile
Scuola di formazione politica ma... @ Sede ParteCivile
Apr 20@8:00 pm–10:15 pm
Scuola di formazione politica marziana @ Sede ParteCivile | Roma | Lazio | Italia
Sede: Roma, Via Vacuna, 27 – Dalle ore 20:00 Programma 20.4.17 Barriere architettoniche. Impostazione studi sui territori. Durante lo svolgimento del corso sono previsti almeno 5 seminari di approfondimento su alcuni temi specifici (urbanistica, trasporti,[...]

Vuoi ricevere la Newsletter ?

Dona

Ogni contributo dato a ParteCivile è un contributo alla battaglia per la democrazia.
Con un Bonifico IBAN: IT89A0329601601000067085337 o via Paypal

Seguici su Twitter

Archivi


Vai alla barra degli strumenti