in evidenza

Cosa c’è di vero nelle affermazioni della Assessora Laura Baldassarre pubblicate su FB?

Cara Assessora,

mi permetta di precisare alcune questioni sulla scuola.

  • In primo luogo l’affermazione che lei abbia provveduto a stabilizzare educatrici ed insegnanti è corretta.

Le chiederei però di aggiungere che questo provvedimento è la naturale conseguenza del decreto del ministro Madia che ha sbloccato le assunzioni nella pubblica amministrazione. Non è quindi un traguardo raggiunto quanto piuttosto un atto dovuto.

  • A proposito dei bandi di iscrizione alle scuole dell’infanzia e ai nidi capitolini mi preme correggerla.

I tempi del bando della scuola dell’infanzia sono identici a quelli in uso da oltre 15 anni.

Il bando di iscrizione ai nidi è invece uscito molto più tardi degli scorsi anni. Quello che è diminuito è il tempo dato alle famiglie per iscriversi.

Le segnalo inoltre che l’Assessora alla scuola Cattoi, della giunta del sindaco Marino, per prima ha provveduto non solo a tradurre il bando in più lingue, ma a prevedere anche la domanda in 4 lingue.

Appare evidente che NON sia un suo risultato, ma un passo indietro.

  • Sulla formazione

Da oltre 15 anni Roma capitale mette in formazione 6600 educatrici ed insegnanti.

Percorsi formativi importanti che hanno trasformato i servizi, sarebbe più corretto dire che lei sta proseguendo una strada intrapresa dall’allora sindaco Veltroni e dall’Assessora alla scuola Maria Coscia.

  • Che dire dei servizi in convenzione…

Per brevità le segnalo che da anni i municipi su sollecitazione del dipartimento controllano le autorizzazioni dei privati e lavorano per regolarizzare le situazioni anomale.

I servizi in convenzione sono stati in questo ultimo anno azzerati nella loro funzione di partenariato con Roma Capitale considerati come costi e rami che ormai non servono. Molti posti di lavoro sono stati persi.

  • A proposito dei fondi per la manutenzione…

Si tratta di soldi dati solo alle scuole statali.

Intanto i fondi per la parità scolastica che lo stato eroga a Roma Capitale circa 17 milioni di euro non sono stati dati alle scuole capitoline dell’infanzia.

  • Che altro dire?

Si nasconde un nulla di fatto dietro cose fatte prima da molti altri.

Cordialmente.

Antonella Bolli
Consiglio direttivo di ParteCivile

Logo ParteCivile scuola

1
0

ParteCivile all’assemblea del 18 giugno: un contributo per un futuro a sinistra

ParteCivile: il nostro contributo per un’unità della sinistra

ParteCivile -Marziani in Movimento ha risposto all’appello lanciato da Anna Falcone e Tomaso Montanari per un’unità della sinistra. Appello rivolto in primis alle associazioni del mondo civico, a quell’elettorato ormai senza speranza, disaffezionato e volto all’astensione.

ParteCivile ha  voluto contribuire con delle proposte programmatiche. A queste non vogliamo rinunciare e riteniamo debbano trovare spazio in questo nuovo progetto. Sono alcuni dei temi a noi cari, l’eredità che raccogliamo dalla visione politica di Ignazio Marino, per noi non negoziabili per un vero ed autentico progetto che abbia l’ambizione di praticare i valori della Sinistra e non solo enunciarli.

Il contributo è pubblicato sul sito di Alleanza Popolare, visibile a tutti.

Il contributo di ParteCivile

Il teatro Brancaccio domenica 18 giugno

1
0

ultimi articoli

Cosa c’è di vero nelle affermazioni della Assessora Laura Baldassarre pubblicate su FB?

Cara Assessora,

mi permetta di precisare alcune questioni sulla scuola.

  • In primo luogo l’affermazione che lei abbia provveduto a stabilizzare educatrici ed insegnanti è corretta.

Le chiederei però di aggiungere che questo provvedimento è la naturale conseguenza del decreto del ministro Madia che ha sbloccato le assunzioni nella pubblica amministrazione. Non è quindi un traguardo raggiunto quanto piuttosto un atto dovuto.

  • A proposito dei bandi di iscrizione alle scuole dell’infanzia e ai nidi capitolini mi preme correggerla.

I tempi del bando della scuola dell’infanzia sono identici a quelli in uso da oltre 15 anni.

Il bando di iscrizione ai nidi è invece uscito molto più tardi degli scorsi anni. Quello che è diminuito è il tempo dato alle famiglie per iscriversi.

Le segnalo inoltre che l’Assessora alla scuola Cattoi, della giunta del sindaco Marino, per prima ha provveduto non solo a tradurre il bando in più lingue, ma a prevedere anche la domanda in 4 lingue.

Appare evidente che NON sia un suo risultato, ma un passo indietro.

  • Sulla formazione

Da oltre 15 anni Roma capitale mette in formazione 6600 educatrici ed insegnanti.

Percorsi formativi importanti che hanno trasformato i servizi, sarebbe più corretto dire che lei sta proseguendo una strada intrapresa dall’allora sindaco Veltroni e dall’Assessora alla scuola Maria Coscia.

  • Che dire dei servizi in convenzione…

Per brevità le segnalo che da anni i municipi su sollecitazione del dipartimento controllano le autorizzazioni dei privati e lavorano per regolarizzare le situazioni anomale.

I servizi in convenzione sono stati in questo ultimo anno azzerati nella loro funzione di partenariato con Roma Capitale considerati come costi e rami che ormai non servono. Molti posti di lavoro sono stati persi.

  • A proposito dei fondi per la manutenzione…

Si tratta di soldi dati solo alle scuole statali.

Intanto i fondi per la parità scolastica che lo stato eroga a Roma Capitale circa 17 milioni di euro non sono stati dati alle scuole capitoline dell’infanzia.

  • Che altro dire?

Si nasconde un nulla di fatto dietro cose fatte prima da molti altri.

Cordialmente.

Antonella Bolli
Consiglio direttivo di ParteCivile

Logo ParteCivile scuola

1
0

ParteCivile all’assemblea del 18 giugno: un contributo per un futuro a sinistra

ParteCivile: il nostro contributo per un’unità della sinistra

ParteCivile -Marziani in Movimento ha risposto all’appello lanciato da Anna Falcone e Tomaso Montanari per un’unità della sinistra. Appello rivolto in primis alle associazioni del mondo civico, a quell’elettorato ormai senza speranza, disaffezionato e volto all’astensione.

ParteCivile ha  voluto contribuire con delle proposte programmatiche. A queste non vogliamo rinunciare e riteniamo debbano trovare spazio in questo nuovo progetto. Sono alcuni dei temi a noi cari, l’eredità che raccogliamo dalla visione politica di Ignazio Marino, per noi non negoziabili per un vero ed autentico progetto che abbia l’ambizione di praticare i valori della Sinistra e non solo enunciarli.

Il contributo è pubblicato sul sito di Alleanza Popolare, visibile a tutti.

Il contributo di ParteCivile

Il teatro Brancaccio domenica 18 giugno

1
0

ParteCivile-Marziani in Movimento parteciperà alle prossime iniziative della Sinistra a Roma

L’associazione ParteCivile-Marziani in Movimento parteciperà alle prossime iniziative del 18 giugno (teatro Brancaccio) e del 1 luglio (piazza Santi Apostoli). Porteremo il nostro contributo per la costruzione dell’unità della sinistra, sulla base di valori e impegni condivisi.

 

Crediamo l’attuale momento chiami a un cammino per un’unità di Sinistra, per questo vogliamo dare il contributo a chi si riconosce nelle nostre istanze di democrazia, legalità, uguaglianza, lotta alla corruzione e criminalità.
Intendiamo collaborare fattivamente alla costruzione del nuovo progetto politico della sinistra, che porti avanti quei valori da cui siamo caratterizzati e riteniamo siano non solo condivisi, ma fondanti un percorso comune.

Ci riferiamo in particolare a:
– ridistribuzione della ricchezza e lotta alle disuguaglianze, sostegno del lavoro e dell’impegno civico e sociale contro l’arricchimento di pochi a danno di molti, il dilagare della finanza e della creazione di “falsi valori”.
– educazione alla legalità, al rispetto reciproco e alla difesa dei beni comuni; praticare trasparenza, coinvolgimento e partecipazione, valorizzando le migliori competenze della nostra società. Lotta contro corruzione e mafie, perché rubano risorse di tutti e favoriscono il degrado etico e morale.
– Integrazione, solidarietà sociale e diffusione della cultura, per la creazione di pari opportunità di genere e di classe, a prescindere da nazionalità, religione e luogo di nascita.
– protezione dell’ecosistema contro lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali, storiche, artistiche e scientifiche.
– recupero di un’economia e di uno sviluppo sostenibili in cui il lavoro di cittadinanza si contrapponga al reddito di cittadinanza che rappresenta una forma di condizionamento del potente sul più debole .
– Concretizzazione dei diritti essenziali: salute, lavoro, studio, ricerca scientifica, cultura, religione, socializzazione, divertimento, felicità e realizzazione dei principi costituzionali ancora non attuati.

Riteniamo necessario iniziare un approfondimento comune, per declinare tali valori in proposte e azioni concrete che rappresentino il programma comune di una forza unitaria volta a porsi come alternativa di sinistra nell’attuale quadro politico, raccogliendo le risorse migliori espresse dal ricchissimo mondo sociale e socio-politico presente in Italia.
ParteCivile intende essere parte attiva portando il suo contributo concreto a tale processo.
3
0

Daniele Fortini – Perché è importante ammodernare gli impianti (quarta parte)

impianti - Daniele Fortini

Oggi è la Giornata Mondiale che le Nazioni Unite dedicano dal ’74 all’Ambiente, occasione importante per parlare delle tematiche ambientali, troppe volte messe in secondo piano.

Vi proponiamo il quarto brano dell’incontro/intervista tra Daniele Fortini, ex Presidente dell’Ama, e Guido Marinelli di ParteCivile.

Si affronta il tema degli impianti esistenti a Roma per il trattamento dei rifiuti.

Fino al 2013 la “grande discarica” ha accolto tutto, e di fatto gli impianti esistenti erano sotto utilizzati, si tratta di impianti costruiti intorno agli anni ’90 che vanno rinnovati,  perché si tratta di impianti di vecchia concezione. Con impianti più moderni si può recuperare materiale da riciclare, raffinare la parte che va bruciata per usarla per creare energia, raffinare infine “l’umido” fino a portarlo a livello di mineralizzazione… e magari, mischiato con altri materiali, per fare l’asfalto delle piste ciclabili.

Passare da impianti che producono rifiuti da rifiuti a impianti che producono prodotti o materie riutilizzabili da rifiuti così come previsto nel piano degli ecodistretti battezzato all’epoca di Ignazio Marino.

leggi tutto…

2
0

Daniele Fortini – dialogo sul tema dei rifiuti a Roma (terza parte)

I rifiuti: come un problema può (o potrebbe e dovrebbe) diventare una risorsa. Compostaggio ed ecodistretti.
Daniele Fortini

Daniele Fortini – ex Presidente Ama

Vi proponiamo il terzo brano dell’incontro/intervista tra Daniele Fortini, ex Presidente dell’Ama, e Guido Marinelli di ParteCivile.

Un’intervista a tutto campo che tocca a 360 gradi i temi caldi che riguardano la questione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti urbani.

L’intervista completa dura 45′ e ve la proponiamo divisa in brani tematici in diverse “puntate” tutte molto interessanti.

Vi consigliamo di non perderla, vi troverete tanta informazione e tanta chiarezza su un argomento  che non è solo di Roma.

 

Si va dal chiarimento di quali sono le competenze del Comune/Città Metropolitana e quelle della Regione; a cosa sono e come funzionano i TMB e i tritovagliatori; cosa sono e come dovrebbero funzionare gli Eco distretti; come fare e come creare ricchezza dal compostaggio; cosa significa avere impianti pubblici o dover ricorrere ai privati…

In questa terza parte si affronta il tema del compostaggio. La linea di compostaggio di Rocca Cencia si sarebbe dovuta aprire a febbraio 2017.

Daniele Fortini racconta come l’ecodistretto è stato prima rallentato e poi bloccato.

Oggi lavorerebbe 50.000 mila tonnellate di materiale per le quali Roma spende (per mandarlo al nord) 140 euro a tonnellata, con un risparmio medio di 7milioni di euro all’anno per noi romani.

2
0

Vuoi ricevere la Newsletter ?

Dona

Ogni contributo dato a ParteCivile è un contributo alla battaglia per la democrazia.
Con un Bonifico IBAN: IT89A0329601601000067085337 o via Paypal

Seguici su Twitter

Archivi


Vai alla barra degli strumenti